banner ringraziamento 120000 lettori

JC1.jpg

Il mio editoriale sul progetto artistico di Junior Cally ha dato il via (per primo, mi dicono) ad un vivacissimo dibattito social, popolare, istituzionale e mediatico, con programmi, petizioni, interrogazioni, atti pubblici e raccolte firme.

Lo scritto, con oltre 450mila lettori, è stato ripreso dal Corriere della SeraIl MessaggeroOggi, Billboard, numerosi siti online come Dagospia e Korazym; ha avuto migliaia di reazioni.

Ed eccoci al punto: secondo le statistiche dei Social, oltre l'80% delle reazioni sono state di donne. Ma non basta: in questa mia esperienza (che non è totalizzante, ma significativa) sono stati quasi sempre uomini a sterilizzare, anche inconsapevolmente, un progetto artistico non rispettoso delle donne, apportando motivazioni di tipo storico (sì, ma anche in passato la musica...), generazionale (sì, ma sono cose da ragazzi...), interpretative (sì, ma questa è arte, è finzione...), metodologico (sì, ma non possiamo demonizzare tutto, suvvia...) e via dicendo.

Mi domando allora: dove siamo noi uomini quando la donna viene calpestata, offesa e vilipesa? E non solo in un video.

Marco Brusati

Conferenze & Incontri Formativi con l'Autore
clicca qui

 Vai alla selezione degli scritti
nella pagina principale
oppure leggi tutto nelle diverse sezioni

     

 

 

EDITORIALI
SOCIAL NOTES
PILLOLE
CONFERENZE

Iscriviti alla newsletter