banner 1milione di letture

Media.Edu

Billienew1.jpg

Los fenómenos culturales siempre se cruzan con la música, por esto no podemos educar a hijos y hijas sin conocer las provocaciones a las que se van enfrentando en la soledad de sus habitaciones, con un móvil entre las manos. 

Para todos aquellos a quienes les importa el bien de los pequeños o incluso solo su bienestar psicofísico, el mundo artístico que vamos a visitar será difícil de aceptar. 

md1.png

Sei mesi prima dello stupro, i Trapper oggi indagati avevano messo in rete il video del brano «Conto cash», in cui c'è un inquietante passaggio, un tragico presagio: l'aggiunta furtiva di una sostanza ad un drink, come gli inquirenti dicono sia proprio successo in quella maledetta notte.

Come tristemente noto, durante una festa in una villa di Pisticci (MT), nella notte tra il 6 e il 7 settembre due quindicenni inglesi hanno subito uno stupro di gruppo.

 Billienew1.jpg

Per chi ha minimamente a cuore il bene o anche soltanto il benessere psicofisico dei più piccoli, il mondo artistico che andremo a visitare desterà più di una preoccupazione.

Il suicidio del piccolo 11enne a Napoli è una tragedia che addolora e scuote fin nell'anima: sia per il fatto gravissimo in sé, sia per lo strascico di infinito dolore in chi lo amava, sia perché pare conseguenza di un gioco-sfida [Jonathan Galindo] ben noto a chi segue i fenomeni della rete.

fral1.png

Per parafrasare Nietzsche, il sacro sta morendo e noi lo stiamo uccidendo? E, per parafrasare Martin Luther King, questo sta avvenendo per l'indifferenza dei buoni? 

Secondo i suoi ispiratori e promotori, l'appropriazione culturale è «l'adozione o l'utilizzazione di elementi di una cultura da parte dei membri di una cultura "dominante"», la quale «sarebbe irrispettosa e costituirebbe una forma di oppressione e di spoliazione» (QUI). 

copnew_cns.jpg

Succede ìn Danimarca. Il programma si chiama Ultra Strips Down. 

[Tono sarcastico] Vuoi educare i bambini e le bambine ad accettare il loro corpo? Vuoi demitizzare il corpo perfetto tipico delle comparsate internet delle Star dei Social? 

5473008_2215_willy_colleferro.jpg

Sempre più canzoni Trap presentano modelli anti-sociali e, lontano dal rappresentare il malessere delle periferie, sono diventate strumenti per la normalizzazione della devianza.

Le Iene hanno pubblicato in esclusiva un video preso da Instagram (QUI) in cui «si vedono i fratelli Bianchi in macchina» accompagnati da «due donne» e diffuso sui Social «intorno alla mezzanotte del giorno della morte di Willy Duarte, quindi circa tre ore prima del pestaggio». 

1_DabirP65_70913592.jpg

Il twerking non è un ballo adatto a bambine e ragazzine, anche quando viene presentato col sorriso sulle labbra in trasmissioni a loro dedicate o in prodotti mediali in cui sono protagoniste.

Per chi  studia i fenomeni Social come TikTok, il film «Cuties» («Mignonnes») distribuito da Netflix è un già-visto: in rete, sono migliaia e migliaia le ragazzine che si esibiscono in maniera sessualmente non-neutra, in primis facendo twerking. 

tasup2.png

I progetti artistici sono fruiti in maniera acritica e in solitudine dalle fasce più giovani e più fragili della popolazione, quelle che meriterebbero una minima protezione sociale oltre quella medico-sanitaria. 

Anche in questo tempo di problematiche sociali complesse, drammatiche e talvolta tragiche, l’educazione non può andare in pensione anticipata.

TGd1.jpg

Ufficialmente quasi nessuno lo conosce, ma moltissimi lo ascoltano, come dimostra il fatto che il suo primo lavoro con una bestemmia come titolo è stato in cima alla classifica della piattaforma musicale usata dai giovanissimi.

A inizio luglio l'artista Trap God ha pubblicato il suo secondo album intitolato «Street Cinemv», che segue di una ventina di mesi l'album di esordio, «P***» (bestemmia, ndr).

news202534.jpg

Nel silenzio del mondo educante, delle agenzie educative e purtroppo anche delle comunità cristiane, si è rotto l’argine che divideva l’infanzia dall’età adulta, il consentito dal vietato ai minori. Siamo in piena sexual deregulation.

Chiedete alle maestre o ai maestri. Io lo faccio regolarmente e la risposta è sempre la stessa: «già in quinta elementare, capita spesso che i bambini abbiano visto almeno una volta dei filmati hard» [QUI]

 DRGTRN1.jpg

Non è tutto come prima, non si tratta solo di cantanti e non è un fenomeno circoscritto, ma che interessa la totalità dei giovanissimi.

A Terni, due ragazzi di 15 e 16 anni sono morti nel sonno a causa di una sostanza tossica, probabilmente ceduta da uno spacciatore [QUI]. 

 

 

MEDIA EDU
POLIS
ECCLESIA
FORMAZIONE

 

Iscriviti alla newsletter