banner ringraziamento 120000 lettori

EDITORIALI [approfondimenti]

Un'analisi dei profili pubblici femminili di preadolescenti e adolescenti su Instagram  rivela che il consenso è proporzionale al livello di seduzione delle foto, scattate in posizioni languide, attrattive o, comunque, in atteggiamenti non sessualmente neutri. 

L’attrice e modella brasiliana Bruna Marquezine, nota per un legame sentimentale con il calciatore Neymar, ha confessato di aver passato un brutto periodo di depressione a seguito di alcuni commenti sui Social Network.

"Piccola non devi mentire, te l’ho letto negli occhi. Quindi, vieni a rollare una canna. Ora, fletti(ti) (flex), è tempo di fare se**o. Ragazza, lo sai che non puoi resistermi”. Ci si rivolge così a una ragazza? E se lo fa un rapper accusato di stupro?

A nessuno verrebbe in mente di organizzare una conferenza sul lavoro femminile o le pari opportunità invitando a parlare il magnate hollywoodiano Harvey Weinstein, caduto in disgrazia, travolto dallo scandalo #MeToo.

 Il film "Desire" disponibile su Netflix è finito nel mirino dell’FBI e del Centro Nazionale per i Bambini Scomparsi e Sfruttati per una scena di matrice pedo-pornografica che coinvolge due bambine. 

“Che tipo di perverso può fare questo a un bambino?” recita l’occhiello dell’articolo di Megan Fox su PJ Media, che attacca di petto il regista argentino Diego Kaplan e il suo film “Desire”.

 

 

EDITORIALI
SOCIAL NOTES
PILLOLE
CONFERENZE

 

Iscriviti alla newsletter