banner ringraziamento 120000 lettori

5085940_1620_gennaro_arma_diamond_princess_cosa_e_successo_ultimo_sbarco_oggi_2_marzo_2020.jpg

«Divisa, trolley e mascherina: la foto del comandante Gennaro Arma che lascia per ultimo, da solo, la Diamond Princess ha fatto il giro del mondo suscitando un'ondata di rispetto e simpatia nel mezzo dell'ansia globale da coronavirus. 

È rimasto al suo posto fino alla fine gestendo una situazione drammatica, la più difficile e inaspettata della sua carriera, conservando il sangue freddo mentre l'emergenza montava e i 3.700 passeggeri di 56 nazioni, pur confinati nelle rispettive cabine, venivano contagiati a centinaia. Giorni durante i quali lo stillicidio degli infettati, degli evacuati, dei morti, avrebbe messo a dura prova i nervi di chiunque» [cf Il Messaggero]

Dopo la quarantena [o magari anche prima tramite i mezzi informatici], perché il governo non chiama in campo Gennaro Arma? Ormai tutti lo chiamano «capitano eroe» perché si è dimostrato capace di gestire una comunità complessa in maniera sistemica e lucida, salvando chi e quello che si poteva salvare, nei tempi e nei modi giusti. Poi sarà lui a decidere, ma chi oggi ci governa dovrebbe chiedergli se vuole mettersi al servizio di tutti noi, ora che l'Italia pare davvero una nave in mezzo alla tempesta e ci vuole chi in mare ci sa stare davvero. In ogni situazione, come ha dimostrato Gennaro Arma: un'eccellenza dalla silenziosa, quanto rassicurante, umiltà. Da valorizzare.

Marco Brusati

home-page-97309212.jpg

 

 

EDITORIALI
SOCIAL NOTES
PILLOLE
CONFERENZE

Iscriviti alla newsletter