banner ringraziamento 120000 lettori

 
krvrs.jpg
 

Leggo dall'Ansa: «"Si invitano tutti i cittadini di Castiglione d'Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in ambito domiciliare e ad evitare contatti sociali".

Questo è l'invito dell'assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera, dopo i casi di Coronavirus nel lodigiano». Casi legati ad un dipendente di una società chimica del lodigiano che ha avuto contatti con una persona rientrata dalla Cina.
Mi permetto di far notare all'Assessore che Castiglione d'Adda e Codogno sono residenze di pendolari che in migliaia si muovono su Milano. Su autobus, treni, metro. Ogni giorno. Anche ieri. Anche oggi. Anche adesso. Sarebbe poi utile per tutti rispondere alla domanda: perché a Roma i rientrati dalla Cina sono stati in quarantena alla Cecchignola, mentre chi è rientrato in Lombardia non ha avuto questo trattamento? E non è una domanda retorica. 

*****
Aggiornamento del 22.02.2020. I Comuni del Basso Lodigiano con un bacino totale di corca 50mila persone sono stati messi in quarantena. Vale anche per i pendolari rientrati dal Capoluogo Lombardo nella serata del 21.02.2020. 
*****

Marco Brusati

home-page-97309212.jpg

 

 

EDITORIALI
SOCIAL NOTES
PILLOLE
CONFERENZE

Iscriviti alla newsletter