Fenomeni Mediali

In questi giorni di sconvolgimenti terribili, di violenza e guerra, il mondo educante si è mobilitato in diversa forma per dire 'pace' e 'no alla guerra'.

Una ragazzina di 15 anni è stata vittima di violenza sessuale di gruppo mentre attendeva gli amici per cenare al fast-food nella zona Eur di Roma.

«Sì ai messaggi di odio contro i russi»: con parole di questo tenore, prese a mero titolo esemplificativo da Il Giorno, il 10 marzo scorso si è comunicato che Meta avrebbe tollerato specifici messaggi d'odio sia in Ucraina che in Armenia, Azerbaigian, Estonia, Georgia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Russia, Slovacchia. 

«Abbiamo riportato Guè nella sua vecchia scuola per rispondere alle domande dei bambini e dare un po’ di lezioni di vita da vero G.». Si presenta così sul profilo Youtube di Noisey Italia il video del rapper Gué Pequeno che «risponde alle domande di un gruppo di bambini su soldi, macchine e Cristiano Ronaldo».

Il celebrante che canta un brano di musica leggera non è una novità assoluta. Già nel 2015 il Vescovo di Noto, mons. Antonio Staglianò, aveva fatto l'omelia per la Messa dei cresimandi cantando Noemi e Mengoni e se ne era parlato molto.

A chi si scandalizza per Achille Lauro a Sanremo che usa il sacro per, appunto, scandalizzare, consiglio di andare nei telefonini di figli e nipoti (bambini, preadolescenti e adolescenti) ad ascoltare le canzoni che passano.

 

 

Fenmed 2000x500
Polis 2000x500
Form222
News 2000x500