banner 1milione di letture

struff.png

«È stato fermato un sospetto per l'incidente di Waukesha, Wisconsin, dove un Suv ha travolto la folla» uccidendo 5 persone e ferendone oltre 40, tra cui diversi bambini presenti alla parata di Natale. «Lo conferma Dan Thompson, capo della polizia, secondo il quale il veicolo della strage è stato sequestrato» [Il Messaggero]. 

«L'uomo è stato fermato e identificato poco dopo. Si tratterebbe del rapper Darrell Brooks jr.», un 39enne «con una lunga lista di reati alle spalle, che vanno dal porto abusivo d'armi alla violenza domestica a casi di aggressione. Il presunto colpevole, in arte MathBoi Fly, sarebbe uscito dal carcere da appena due giorni. Le prime ricostruzioni parlano di un tentativo di fuga dopo un accoltellamento, avvenuto in un'altra zona della città» [Redazione - Rai News]. 

Il SUV della morte apparirebbe nel video «Half a ticket» del rapper: se questa è una notizia giornalistica, non deve sfuggire che nel video il rapper se ne va girando con un compagno armato di fucile. E questo, ricordiamolo, è musica per le orecchie di ragazzini troppo bambini. Dobbiamo purtroppo constatare che anche nei video del trap urbano nostrano cresce la presenza di auto di lusso con cui fare evoluzioni da ritiro-patente e di armi, fucili,  pistole e altro. In assenza di una lettura educativa, di una presenza adulta digitale, tutto questo finisce per rendere affascinante la cultura gangsteristica anche a chi non vive situazioni di disagio sociale. Lo smartphone raggiunge tutti, di tutte le età, di tutte le condizioni e rende sempre più pericolosamente vicine la rappresentazione di condotte anti-sociali e quelle messe in atto nella vita reale.

 

 

FORMAZIONESML11
NEWSLSML11
SOCIALSML11
MUSICASML11
POLISSML11
LIFESML112